Per San Valentino

Una significativa poesia di J. W. Goethe

WOHER SIND WIR GEBOREN ? 

 

Woher sind wir geboren?
Aus Lieb.
Wie wären wir verloren?
Ohn Lieb.
Was hilft uns überwinden?
Die Lieb.
Kann man auch Liebe finden?
Durch Lieb.
Was läßt nicht lange weinen?
Die Lieb.
Was soll uns stets vereinen?
Die Lieb.

TRADUZIONE

DA DOVE SIAMO NATI ?

Da dove siamo nati?
Dall’amore.
Come saremmo perduti?
Senza amore.
Cosa ci aiuta a superare noi stessi?
L’amore.
Si può trovare anche l’amore?
Attraverso l’amore.
Cosa interrompe il pianto?
L’amore.
Cosa deve renderci uniti?
L’amore.

images7C3LMMC6

 

Buon Anno

fiori

                                     Le stagioni della vita.

“Come ogni fior languisce e giovinezza
cede a vecchiaia, anche la vita in tutti
i gradi suoi fiorisce, insieme ad ogni
senno e virtù, né può durare eterna.
Quando la vita chiama, il cuore sia
pronto a partire ed a ricominciare,
per offrirsi, sereno e valoroso,
ad altri nuovi vincoli e legami.
Ogni inizio contiene una magia
che ci protegge e a vivere ci aiuta.

Dobbiamo attraversare spazi e spazi
senza fermare in alcuni d’essi il piede,
lo spirito universal non vuole legarci
ma su di grado in grado sollevarci.
Appena ci avvezziamo ad una sede
rischiamo di infiacchire nell’ignavia;
sol chi è disposto a muoversi e partire
vince la consuetudine inceppante.

Forse il momento stesso della morte
ci farà andare incontro a spazi nuovi;
della vita il richiamo non ha fine…
Su, cuore mio, congedati e guarisci!”

                                            Hermann Hesse 

 

soffione

 

Tu.. poesia

Vena d’acqua

segreta

sotterranea scorri

rapida

per tratti

interminabili

fra sassi rallenti

in caverne

ti scavi una via

sentieri percorri

sconosciuti

fino a che

d’impeto

vedi la luce

prorompente affiori

a volte dolcemente

in superficie

tu… Poesia

Luigina Marchese

 

21

Opera di Sandro Marinacci

 

 

A mio padre

a-mio-padre

 

A mio padre, a tutti i padri che non sono più con noi….

 

 

Poi d’improvviso

il silenzio

Si srotola

nella fissità

della morte

la dialettica

della vita e

resti qui

imprigionato

nel cuore,

nella dolcezza

di un ricordo.

Chi udrà ora

la tua voce

gioiosa?

Chi si rallegrerà

della presenza tua?

Ti ha sottratto la morte!

Vaghi quieto

fra le onde

del cielo.

Si schiude

una crisalide

ora

per offrirsi

a nuova vita

e una Farfalla

bianca nasce…

libera… vola…

Luigina Marchese, Poesie per ricordare, volume 6, Aletti Editore, 2007

 

 

 

Senza titolo…

dipintp

Ombre racchiuse

della notte

che il passo

rubate

alla veglia

della sera

Echi fuggenti

di suoni infiniti

incedenti lievi

in un danzar di trame

e dissolventi

al ritmo

di armonie incantate…

Al limitar della soglia

dove il pensare

sfiora

il varco del mistero

il sonno vi raccoglie

nell’Attesa Nuova

di un’eco ancora

Luigina Marchese, 2013

 

Frammento d’infinito

 

Dove il sospiro

del giorno

si perde

nel silenzio

della notte,

là dove il mare

si confonde

con la vela

del cielo

e la bruma

autunnale

sfuma leggera

nella fragranza

del sole,

lì, nel reame del sogno,

in quel frammento

d’infinito,

 

tu sei…

 

Luigina Marchese, Parole in fuga- vol. 3, Aletti Editore, Roma, 2007

 

7

Opera  di Sandro Marinacci

 

Il bianco

In tutta la gamma del bianco

non trova collocazione

il bianco astratto della fantasia

che va e viene dal suo regno

a mani sempre vuote

mai un fiocco di neve

una candida rosa

un pane di farina

 

Poesia del mio conterraneo Alfredo Mariani (Pescara 1923- Roma 1984). Con la cortese autorizzazione della moglie, Gina Mariani)

imagesSGL76K3J