L’influenza dell’angelo sull’anima umana

Riflessioni di Claudio Gregorat

L’influenza dell’angelo sull’anima umana e i problemi del presente

Nel mondo moderno il tema dell’Angelo come ente spirituale è un concetto acquisito su vasta scala. Tutte le religioni post-cristiane ne parlano in modi diversi, a seconda della loro posizione dinanzi allo spirituale.

Ma ciò che le religioni non contemplano affatto è l’evoluzione incessante dell’uomo e quindi il rapporto con lo spirituale, continuamente rinnovato. Esse sono sorte in un determinato momento storico, e lì restano. Oggi il mondo muta piuttosto velocemente e dunque sarebbe necessario seguirlo nelle sue metamorfosi;   le religioni, invece, restano ferme, come mummificate. Di conseguenza non si rapportano più con la realtà degli eventi, trattenute da motivazioni ormai esaurite e fossilizzate. Ciò che manca alle religioni – ed alla scienza – è la “coscienza storica”: cioè il procedere dell’umanità nel tempo, mutando la sua consapevolezza parallelamente al mutare del sole, quando passa da una costellazione all’altra, all’incirca ogni 2.160 anni. Poi è necessario avere una “visione globale” degli Enti Angelici, altrimenti si rimane nel vago e nel generico, come si poteva fare prima dell’era moderna – XV° secolo. Oggi con lo sviluppo della coscienza a carattere scientifico-matematico, non è più consentito sognare su nulla. E’ così necessario presentare le “Intelligenze Celesti” nella loro totalità, come descritte nel “De coelesti Hierachia”  di Dionigi l’Aeropagita, nel “De divinis nominibus” di Tommaso d’Aquino e anche nel Paradiso dantesco. Così si potrà comprendere meglio quanto stiamo per dire a commento della conferenza di Rudolf Steiner “Cosa fa l’Angelo nel corpo astrale?”

Le ”Intelligenze Celesti” sono così distribuite nel sistema solare:

            – Angeli, che regolano il moto della Luna

            – Arcangeli, che regolano il moto di Mercurio

– Principati, che regolano il moto di Venere

Potestà – ELOHIM della Bibbia – che regolano il moto del Sole

            – Virtù, che regolano il moto di Marte

            -Dominazioni, che regolano il moto di       Giove

            – Troni , che regolano   il moto di   Saturno

            – Cherubini e Serafini – stelle fisse – Zodiaco

…. o anche:

Prima Gerarchia
Serafini, Spiriti dell’Amore
Cherubini, Spiriti dell’Armonia
Troni, Spiriti della Volontà

Seconda Gerarchia
Dominazioni o Kyriotetes, Spiriti della Saggezza
Virtù o Dynameis, Spiriti del Movimento
Potestà, Exusiai o Elohim, Spiriti della Forma

Terza Gerarchia
Principati o Archai, Spiriti del Tempo o della Personalità
Arcangeli, Spiriti dei Popoli o della Fiamma
Angeli, Figli della Vita o Spiriti del Crepuscolo

E stata posta in rilievo l’azione delle Potestà, in quanto, all’inizio della Genesi, sono quelle che creano il cielo e la terra. Il testo ebraico suona: “Bereschit barà ELOHIM, ha shamaìm weth ha aretz.”

“Nel primo principio gli ELOHIM crearono il cielo e la terra”

Quindi un “collegio di dei” diciamo così, e precisamente il Collegio delle Intelligenze Planetarie, rappresentato dalle Potestà (e già il nome indica potenza.) Più tardi si evidenziò Jahvé come Spirito della Luna e Guida del Popolo Ebraico, e da allora in poi si scrisse “Dio creò….”

Sintesi: le Potestà guidano l’evoluzione dell’uomo sulla terra e gli conferiscono individualità

 

Veniamo alla costituzione dell’uomo, la “sacra quadriade”:

— physis-corpo fisico

— bio-corpo vitale- la vita del corpo

— psyché-l’anima o corpo astrale

— pneuma-lo spirito-IO o corpo mentale

Ma, per una comprensione più completa, è bene prendere in considerazione anche la

partizione aristotelica del complesso umano:

–physis – threptikòn – aesthetikòn = corpo fisico – c.eterico – c.animico

–orekthikòn –kinethikòn – dianoethikòn =anima senziente – razionale – cosciente

                                                riunite in un solo organo=corpo astrale in senso generale

Questa preparazione è stata necessaria per poter meglio comprendere la conferenza di Steiner che verrà riassunta negli elementi essenziali. Mettiamo così in relazione

— l’evoluzione storica

— la posizione dell’Angelo

— il corpo astrale – anima

La prima considerazione che Steiner fa è quella dello sviluppo incessante dell’uomo e della terra: e  dice che l’umanità, nel suo complesso, è diversa nel secolo XX da quel che è stata nel secolo XV e prima ancora. Rileva appunto che è stato, ed è, uno dei più grandi errori ignorare che l’umanità è soggetta ad una continua evoluzione. E di conseguenza ignorare la partecipazione di determinate Intelligenze Celesti a seconda delle epoche, con le conseguenti manifestazioni. Siccome l’analisi deve essere concreta, si deve considerare che, nel precedente periodo di cultura greco-latino, si è sviluppata l’anima razionale e dal XV secolo fino al 3500 circa, l’uomo sta sviluppando l’anima cosciente, e di conseguenza, l’entrata di elementi del tutto nuovi e sconosciuti.                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                      In In concreto oggi l’uomo si articola in: IO, corpo astrale, corpo vitale e corpo fisico. All’ini-zio dell’evoluzione della Terra, l’IO ci è stato dato dalle Potestà,  quale arto prettamente terrestre. Tutto quello che ci attornia viene collegato al nostro IO. I tre involucri sottostanti sono stati formati in epoche antichissime dall’attività creativa delle Gerarchie Superiori, le quali continuano nel loro lavoro: l’uomo non è stato abbandonato.

Ora la cosa importante è poter accogliere la visione scientifico-spirituale, la quale indica

l’aiuto e protezione che le Gerarchie danno all’uomo, in maniera sempre diversa ed articolata in conformità alle epoche. E la sfera più vicina all’uomo in modo da poter essere osservata coi mezzi dell’Iniziazione – cioè con la forma di conoscenza chiamata “immaginativa” – è quella degli Angeli. Per cui ci si può porre la domanda:

come agiscono gli Angeli nel nostro corpo astrale?”                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                             

 

Per prima cosa è bene caratterizzare meglio la natura di questo corpo astrale.

Il corpo astrale – anima generica – è l’organo di tutta la scala dei sentimenti, dal più basso, a carattere quasi animale, al più moralmente elevato. In sostanza si può dire che è

“Il Grande Egoista”, dopo la tentazione biblica, una sorta di “vaso di Pandora”, ma anche il portatore degli Ideali, dell’Arte, della Religione, della Fantasia, della Filosofia. In realtà è costituito da tre parti: anima senziente – anima intellettiva – anima cosciente. Il compito preciso dell’uomo moderno è la sua purificazione e perfezionamento. Già il Buddha Gautama aveva suggerito la sua elaborazione con “l’Ottuplice Sentiero”, per la  sua elaborazione-purificazione.  La Nuova Iniziazione Rosacroce tiene in grande considerazione come la forma di autodisciplina sia corrispondente alla elaborazione del corpo astrale. L’Angelo è una Entità Spirituale al di sopra dell’Uomo. Ha raggiunto il suo “IO” in un pre- cedente sistema planetario, mentre l’Uomo lo raggiungerà in questo. Essendo già individualizzato, può accompagnare l’Uomo nella sua evoluzione, ed è ciò che fa.  E’ così   l’Accompagnatore Angelico, il Genio, il Fratello Maggiore, la Guida dell’Uomo sulla Terra. Lo si incontra ogni notte a metà del sonno, e si sente la “sua mano” in molte situazioni della vita. Accompagna l’Uomo da una incarnazione all’altra, e quindi è “sempre lo stesso”: ecco il motivo per il quale “sa tutto di noi e ci può fare da guida”.

A questo punto, entriamo in merito alla domanda, dicendo che l’Angelo  ha il compito di “formare delle immagini” nel corpo astrale dell’uomo, sotto la direzione delle “Potestà”. Sono immagini che sorgono e svaniscono continuamente. Sono necessarie affinché  le Potestà possano preformare il futuro. Cioè: quello che esse vogliono ottenere dagli uomini al fine di una “giusta evoluzione” deve prima venire elaborato in “immagini”. Da queste, in seguito, prenderà forma l’umanità futura. Queste immagini nel nostro corpo astrale le Potestà. le formano già oggi tramite gli Angeli.

Ora tali immagini vengono formate secondo motivazioni e principi bel determinati. E precisamente nel modo in cui tali immagini nascono. risiedono le forze per l’evoluzione futura. Così gli Angeli, nel loro lavoro, hanno un preciso intento volto a condizioni sociali ben determinate.

Esse si basano su  tre principi fondamentali:

— nessun uomo potrà essere felice e in pace, se altri uomini saranno infelici accanto a lui

     FRATELLANZA

— ogni uomo dovrà scorgere  nell’altro un elemento divino: e non, come finora, un animale superiore  – l’incontro con l’altro uomo,  sarà, di per se stesso, un atto religioso

EGUAGLIANZA    

— giungere alla reale esperienza dello Spirito

LIBERTA’

E’ “l’uomo tripartito”, base di tutte le conoscenze ed attività. Méta della Rivoluzione Francese, ma troppo anticipata rispetto alla maturità delle anime umane: difatti si manifestò come rivoluzione dalle conseguenze terribili quali il Terrore. Ecco il motivo secondo il quale Rudolf Steiner ha impostato la questione sociale, come dallo schema sopra. enucleato Dopo due secoli da quella rivoluzione, le cose non sono affatto cambiate, anzi peggiorate. Le sue parole sono molto chiare:  se il governo degli   stati non si conforma alla “tripartizione dell’Essere Umano”, e separa in organismi indipendenti:

— l’economia e finanza per la FRATELLANZA

–  la giurisprudenza per l’EGUAGLIANZA  DI FRONTE ALLA LEGGE  sociale e religiosa

— per la LIBERTA’dello spirito nell’invenzione artistica, tecnica, scientifica,

il futuro delle  terra verrà messo in dubbio.

Nella presente epoca di sviluppo dell’ anima cosciente,  l’Angelo ha il compito di operare sul corpo astrale come detto sopra, ed ora lo fa nello stato di sonno, nell’uomo addormentato o anche quando dorme da sveglio. E, in realtà, l’uomo dorme abbastanza senza accorgersene, là dove nulla sa di quanto gli accade intorno; o di nulla si interessa; gli avvenimenti  passano al di sopra della sua testa. Allora nel suo corpo astrale accade quanto già detto, completamente al di là della sua coscienza.

 Ora è della massima importanza sollevarsi fino a riconoscere questo stato di cose !     

 

E’ un evento che deve presentarsi, prima o poi, entro l’evoluzione dell’umanità. E gli

uomini dovranno tentare di giungere – attraverso la loro anima cosciente – al pensiero

consapevole, per vedere che cosa fanno gli Angeli per preparare l’avvenire dell’umanità.

E’ una condizione di  conquista necessaria della saggezza pratica di vita, che consiste nel riconoscere quello che gli Angeli vogliono attuare.

La conquista di questa visione del futuro, si può raggiungere tramite la Scienza dello Spirito.                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                            to. Nessun altro che Rudolf Steiner – Messaggero dell’Esoterismo Cristiano – mette in evidenza speciale questo evento ! Ora possiamo orientarci meglio e, di conseguenza, riconoscere che “è necessario svegliarsi”. E questo per essere in grado di

sperimentare in pieno l’evento dell’apparire del CRISTO nel mondo eterico

Ora, fuori dal testo, si devono descrivere le “entità luciferiche e arimaniche” per poter comprendere il seguito della conferenza.

E’ bene partire dalla Genesi.  Nel Paradiso Terrestre vengono descritti “due alberi”:

— della conoscenza del Bene e del Male, custode del quale è Lucifero

— della vita, il cui custode è Sataniel

Sono le due Entità Universali dalle quale derivano le “universali polarità” – giorno-notte, caldo-freddo, uomo-donna, ecc…

In tutte le epoche sono state conosciute come: Visnù—Shiva, Chrono-Chton,  Beemoth-

Leviathan,  Diavolo—Satana; e oggi Lucifero-Arimane.

Il cristianesimo, o meglio, le religioni cristiane, hanno conferito loro un carattere negativo, mentre nella realtà non lo sono: tutto dipende da come si inseriscono nella vita umana, come ora vedremo.

Queste entità hanno l’interesse a far deviare gli uomini dalla giusta strada.   Se l’uomo seguisse in modo giusto la propria natura, dovrebbe proprio giungere alla visione di quello che l’Angelo fa entro il suo corpo astrale. Ma l’evoluzione luciferica tende a distoglierlo dalla visione dell’opera della Gerarchia Angelica.  E questi esseri luciferici, per sviare l’uomo, fanno in modo da ostacolare la libera volontà. Essi cercano di oscurare all’uomo la pratica della sua libera volontà. Vogliono sì fare dell’uomo un essere buono. Lucifero vuole bensì il bene, la spiritualità nell’uomo: ma vuole che la ottenga come un automa, senza la propria libera volontà. L’uomo dovrebbe certamente conseguire la chiaroveggenza secondo principi buoni, ma automaticamente. La libera volontà, la possibilità del male, Lucifero vorrebbe togliergliela. Gli esseri luciferici vorrebbero fare in modo che l’uomo agisca sì fondandosi sullo spirito, ma solo come un’immagine spirituale, senza libera volontà, automaticamente.

Gli esseri luciferici sono entità rimaste indietro ad altri stadi di evoluzione. Ma così introducono in questa evoluzione elementi estranei. Hanno un grandissimo interesse ad afferrare l’uomo in modo che egli non giunga alla libera volontà, in quanto essi stessi non l’hanno conseguita. La libera volontà può essere conseguita solo sulla Terra. Essi non vogliono aver nulla a che fare con la Terra, ma rimanere indietro all’evoluzione precedente. Essi, in un certo modo, odiano la libera volontà degli uomini. Operano in modo altamente spirituale, ma automatico. Vogliono sollevare l’uomo alla loro altezza spirituale, ma in modo automatico.

In questo modo l’uomo sarebbe esposto al pericolo di diventare troppo presto un essere che agisce automaticamente: e quindi lasciar passare inosservato, rimanendo addormentato, l’avvenimento cruciale per la Terra: il riconoscimento del Cristo Eterico, cioè il secondo Avvento del Cristo, non più in corpo fisico  in quanto l’Umanità è progredita – ma in corpo eterico, come i segni dei tempi dimostrano.

Negli “Atti degli Apostoli” 1/9-11:

“Detto questo fu elevato in alto sotto i loro occhi e una nube lo sottrasse al loro sguardo.

E poiché stavano fissando il cielo mentre Egli se ne andava, ecco due uomini. in bianche

vesti, si presentarono a loro e dissero: “Uomini di Galilea, perché state a guardare il cielo ?

Questo Gesù che è stato tra di voi assunto in cielo, tornerà un giorno allo stesso modo in cui lo avete visto andare”.

In questo secolo e sempre più in avvenire, vi saranno uomini che lo vedranno. Ma ciò potrà avvenire SOLO se gli esseri umani coltiveranno l’ anima cosciente e l’Iniziazione relativa conseguente.

Purtroppo, come già in atto da lungo tempo in oriente, i maestri orientali –mahatma- lavorano in modo da “addormentare l’occidente”con le loro antiche forme di iniziazione, le quali rimandano ad un passato dominato la Lucifero. Si evita così il formarsi dell’anima cosciente. In tal modo si rimane vincolati alle vecchie immaginazioni  pre-cristiane che rimandano l’umanità ai primordi, quando non era ancora vincolata ai processi terrestri. Sognano e tendono a che le anime umane non si incarnino più sulla Terra, bensì nel pianeta luciferico noto come “Ottava Sfera” – la “Luna Nera, Lilith” – degli astrologi. Le antiche forme di iniziazione rendono il discepolo sì  chiaroveggente, ma in modo automatico,

 senza  la PRESENZA DELL’IO E DELLA RAGIONE.

Sebbene in modo diverso, anche le chiese cristiane operano in modo da evitare il formarsi dell’anima cosciente, in modo molto semplice: invocando la “semplicità francescana”, trattengono le anime dal progredire verso una visione e concezione più evoluta, in armonia col progredire del pensare scientifico cosciente.  Danno, inoltre, alle stesse, le immagini del Cristo conformi alle facoltà dell’anima razionale, sviluppata nell’epoca greco-latina. Il che significa: trattenere le anime in una condizione interiore di sogno, basata sul solo sentimento e dunque fuori tempo.

Tutte le Chiese sono sotto il dominio di Lucifero che impedisce il loro necessario rinnovamento. Ma anche gli Esseri arimanici si oppongono all’evento di cui ho parlato. Essi non aspirano a rendere l’uomo sempre più spirituale, ma ad annientare in lui la coscienza della propria spiritualità. Aspirano a fargli credere di essere solo un animale superiormente evoluto. In verità, Arimane è il Grande Maestro del darwinismo materialistico. Arimane è anche il Grande  Maestro di tutta l’attività tecnica e pratica, che non vuole ammettere nell’evoluzione della Terra  se non la vita umana sensibile esteriore; che vuole ammettere la tecnica su larga scala, affinché l’uomo soddisfi in modo raffinato quelle stesse esigenze del mangiare, del bere e le altre funzioni che anche l’animale soddisfa. Arimane oscura, uccide nell’uomo la consapevolezza di essere una “immagine della divinità”. A questo tendono gli spiriti arimanici del nostro tempo, per l’anima cosciente, con ogni sorta di raffinati mezzi scientifici.       In passato gli esseri arimanici non sarebbero riusciti ad oscurare la verità per mezzo di  teorie. Per il fatto di possedere ancora una certa chiaroveggenza atavica per immagini, era del tutto indifferente ciò che pensava.   Ma il pensiero è diventato potente solo nella V epoca di cultura, a partire dal secolo XV. Solo da allora il pensiero è diventato capace di introdurre l’anima cosciente nel mondo spirituale; ma con ciò anche di impedirle di penetrare in esso. Solo ora sperimentiamo come un teoria, attraverso la scienza, sia in grado di strappare coscientemente l’uomo dalla sua divinità, perciò gli spiriti arimanici aspirano a infondere nell’uomo

teorie che oscurano la sua origine divina.                                                                                                                                                                                       

Non abbiamo che da scegliere fra le tante teorie materialistiche, a partire dagli anni ’40 dell’800. Difatti, come spiegare i movimenti rivoluzionari a cominciare dal 1840 in tutta Europa ?

“L’origine della specie” di Darwin è del 1850. il “Manifesto del Partito Comunista” di Marx-Engels è del 1848: quindi la “teoria comunista” ha avvelenato il mondo, con le fatali conseguenze che conosciamo.  Le Rivoluzioni sociali dal ’40 in poi, e così via …

In passato gli esseri arimanici non sarebbero riusciti ad oscurare la “verità per mezzo di teorie”, in quanto l’uomo possedeva ancora una certa chiaroveggenza atavica per immagini,

Le teorie scientifiche che durano un attimo per essere sostituite da altre, condizionano fortemente le anime ed  i loro comportamenti. Lo “sport” poi ha contaminato veramente il mondo a tutte le latitudini. E con lo “sport agonistico” l’anima umana si lega più fortemente del normale al corpo fisico materiale e lo “animalizza”, come possiamo notare molto bene dalle immagini sportive che ci giungono dall’America: diventano sempre più violente. E ci si chiede se in quei corpi vive ancora un’anima umana !

Ora dobbiamo chiederci: ma questo intervento degli Esseri Arimanici – di Arimane-Satana in realtà, Custode dell’Albero della Vita – quando si è verificato? La Chiesa avrebbe dovuto renderlo pubblico, a favore della conoscenza per il suoi fedeli: invece ha taciuto. Taciuto per non conoscenza delle Scritture  o per un calcolo che sottende il tenere le anime nell’ignoranza al fine di poterle dominare? Forse nel modo stupendo in cui Dostojewky traccia la figura del “Grande Inquisitore” nei Fratelli Karamazov?

L’Apocalisse ne parla in modo chiarissimo: 12/7, e descrive la guerra in cielo fra Michele e Suoi Angeli, contro Satana e Suoi Angeli; li scaccia fuori dal Cielo e li fà precipitare in terra fra gli uomini !  Ora tale guerra  nei cieli è iniziata negli anni ’40 dell’800.

Da allora in poi l’evoluzione futura della Terra e dell’Uomo, sarà sotto la signoria di Satana- Arimane.  E che sia così ce ne siamo accorti, innanzitutto con la Guerra Mondiale, come riflesso di quella in cielo ed in seguito con le condizioni in continuo peggioramento.

Cosa accadrebbe se gli uomini lasciassero passare inosservato il lavoro degli Angeli ?

Allora essi dovranno conseguirlo per altra via ! Non potendo svolgere la loro meta entro i corpi astrali svegli, dovranno conseguirlo coi corpi degli uomini addormentati: e quindi per mezzo dei corpi fisici ed eterici rimasti sul letto durante il sonno, mentre i corpi astrali saranno fuori. Questo è il grande pericolo che incombe in quest’epoca di sviluppo dell’anima cosciente  Ma in questo caso gli uomini non ne sarebbero coinvolti, l’uomo NON sarebbe presente. Tutto ciò si esprimerebbe come istinto, e quindi sarebbe nocivo.  Si manifesterebbero certe tendenze sessuali perniciose, fin qui considerate “anormali – malattie”, e che ora invece vengono considerate normali, come l’omosessualità e i matrimoni fra omosessuali, con quanto poi ne deriva. Il “mistero della nascita e della concezione, verrà investigato su base materialistica, com’è appunto avvenuto con le varie manipolazioni genetiche, clonazione, ecc. che, peraltro, non si sa dove condurranno !

Steiner afferma: “Entro l’evoluzione dell’umanità avverrebbe qualcosa che, anziché in forma utile e in chiara coscienza, si presenterebbe in forma dannosa. In forma rovinosa si produrrebbero determinati istinti nella sfera della vita sessuale: istinti che non rappresenterebbero solo una deviazione,ma che penetrerebbero entro la vita sociale, trasformandola.  E innanzitutto, a causa di ciò che entrerebbe nel loro sangue, in conseguenza della loro vita sessuale, gli uomini non solo ostacolerebbero lo sviluppo della “fraternità”, ma si erigerebbero  contro di essa.

Giungerà il momento in cui si dovrà scegliere: se andare a destra da svegli, o sinistra da addormentati, perché sorgeranno nell’umanità istinti che saranno orrendi.  Ma cosa  diranno gli scienziati? Diranno che è una “necessità naturale”: con la scienza si può spiegare sia che gli uomini  diventino Angeli, sia che diventino Diavoli. La scienza troverà tutto giustificato”.

E  le varie “rivoluzioni sessuali” americane legate alla musica rock ?  Siamo giunti a perversioni veramente diaboliche, magari solo per dimostrare spregiudicatezza e libertà, ma comunque fuori una sensata norma. Oramai, le varie “disgressioni” omosessuali, transsessuali, orge, ecc sono ben presentate come spettacolo in TV. Scene assai spinte, si vedono nei film pomeridiani o serali, ma con la finta cautelativa: <i minori devono essere accompagnati dai genitori>, dalla quale si vorrebbe supporre che il minore ”non veda e non senta” se ha accanto il genitore, il quale dorme nel proprio egoistico piacere di vedere certe scene, soprattutto di violenza, che oramai sono presenti in tutti i film !  Ogni deviazione sarebbe sentita come una forma di umanità superiore, di disinvoltura, di spregiudicatezza. Il Brutto diventerebbe Bello e viceversa: visto come necessità di natura.  Per non parlare poi delle discoteche: luoghi di stordimento e perdizione dell’umano, fra sesso e droga! Come spiegare tutto questo?

Come seconda conseguenza, avremo la conoscenza istintiva dell’azione di determinati medicamenti, ma sarà una “conoscenza dannosa”. La medicina avrà un enorme sviluppo in senso materialistico. Si avranno, allora, delle convinzioni sulla forza medicamentosa di certe sostanze e di certe pratiche: ma in tal modo si provocheranno danni enormi, che però saranno giudicati giovevoli. L’elemento malsano sarà detto sano.

Aumenterà la conoscenza della forza curativa di determinate pratiche, di certi interventi.

Grazie a determinati istinti, si apprenderà a riconoscere  quali malattie e quali trattamenti possono produrre certe sostanze.   E si potrà regolare  tutto ciò, secondo intenti egoistici, provocando o no certe malattie.

E qui oggi, siamo nel pieno di questa malsana attività delle potenti case farmaceutiche le quali,  in una ricerca continua, trovano appunto sostanze che possono indurre alla malattia,  come appunto la febbre suina, per incutere PAURA e condurre gli uomini spaventati a servirsi dei loro vaccini, i quali sono solo sperimentazioni che danno loro un enorme guadagno e potere e che molto spesso sono causa di malattia         .

I troppi vaccini, per la gran parte tossici, indeboliscono sempre più il sistema immunitario.  Lo scopo? Rendere l’umanità una sorte di “gregge spaventato” alle loro dipendenze e loro egoismi per il dominio del mondo.

Su questa via si muovono anche  coloro che attraverso le “scie chimiche”- che sono tossiche-  tentano di dominare l’atmosfera ed il clima per questioni di potenza.

Ecco Satana che prepara la Sua incarnazione fisica !

In terzo luogo, si impareranno a conoscere determinate forze, mediante le quali potranno venir scatenati nel mondo grandi effetti meccanici con mezzi ridottissimi. In tal modo si conseguirà istintivamente la facoltà di dirigere spiritualmente meccanismi, dirigere la sfera delle macchine, ma tutta la tecnica prenderà una pessima piega. Pessima perché servirà in modo magnifico l’egoismo degli uomini.

Con un’attitudine non spirituale della vita, l’uomo  ignorerebbe la sua deviazione dal giusto sentiero:

— divenire preda di una medicina dannosa

— divenire preda della perversione degli istinti sessuali

–divenire preda  di terribili congegni di un mondo puramente meccanico, nel quale forze spirituali abusive  si impadroniranno delle forze della natura.

Non solo, gli uomini  considereranno  tutto ciò ovvio e naturale.

E qui c’è veramente da chiedersi se i vari “tsunami e uragani” non siano stati provocati, come le varie influenze, con lo scopo di dominare le forze naturali per scopi egoistici di gruppo.  In fondo, il divario fra queste forme e la magia nera è veramente minimo !

Questa visione è una seria considerazione dei fatti quali si sono sviluppati.

Ora, è necessario riconoscere che occorre darsi un compito: illuminare la nostra coscienza e dinanzi a questi fatti così drammatici, svegliarsi dal sonno e vegliare molto più intensamente rispetto alla veglia ordinaria. Così si potrà conseguire una vita più desta, stabilendo un rapporto ordinato col mondo spirituale.

Negli ultimi decenni, dalla fine del XIX° secolo, quelli che disprezzavano lo spirito, ironizzavano sugli ideali, sono pervenuti, dappertutto, ad insediarsi nelle cariche direttive. Si è resa attuale la <selezione del peggiore> – per la sua “naturale” predisposizione verso il lato oscuro, satanico della vita –  e lo abbiamo visto e subito.

A dirigere oggi gli uomini, sono spettri del passato: spettri che si aggirano fra di noi.

Nella religione questo è molto evidente; così come lo spettro dell’antica Roma  nella vita giuridica.

La religione islamica, immobile al periodo della sua nascita, riporta antiche forme, divenute spettri, nella vita del nostro secolo, promuovendo movimenti terroristici che tentato di destabilizzare la vita cristiana dell’occidente. Mentre invece, l’intento degli Angeli è quello di unificare tutte le religioni in un’unica universale.

Dobbiamo qui rendere atto alla Chiesa Cattolica, il tentativo iniziato già dal Papa Giovanni Paolo II° di superare le divisioni fra le varie religioni, Lo stesso Benedetto XVI° ha visitato sinagoghe e moschee con il medesimo lodevolissimo intento.

Rudolf Steiner, nella sua conferenza, dice:

“Oggi (1918) siamo ben poco lontani dall’inizio del terzo millennio. Com’è noto, il terzo millennio avrà inizio con l’anno 2000. Potrebbe perciò ancora succedere che quello che gli Angeli dovrebbero conseguire mediante il loro lavoro, debba essere conseguito nei corpi addormentati degli uomini, anziché negli uomini desti”

Quanto esposto sopra, indica cosa è stato compiuto – anche se in minima parte – dai pochi uomini ”svegli” e quanto invece è stato realmente compiuto dagli uomini addormentati. Ognuno di noi dovrebbe interrogare se stesso e decidere da che parte stare. Steiner dice ancora: “Noi dobbiamo cercare di svegliarci nell’osservare le cose del mondo. Non passa giorno senza che, nelle nostra vita, non avvenga un miracolo e se non l’abbiamo visto, percepito, osservato, ciò significa che l’abbiamo perso perché dormivamo. Tutti i giorni entra nella vita qualche fatto, grande o piccolo; entra nella nostra vita in modo “strano” e  si  avvera in modo “singolare”.

E’ così necessario ampliare al massimo l’attenzione e la visuale, in modo da cogliere “la mano dello spirito” in tante cose che di norma ci sfuggono, come appunto:

“cosa fa l’Angelo nel nostro corpo astrale”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...